Marchi e Brevetti

I titoli di proprietà industriale nazionali sono concessi dal Ministero dello Sviluppo economico, che riceve le relative domande anche tramite le Camere di Commercio.

Il deposito delle domande può avvenire secondo due modalità: cartacea e telematica.

Il deposito CARTACEO prevede due possibilità:

  • la consegna c/o una (qualsiasi) Camera di Commercio della domanda di deposito e relativa documentazione necessaria. All’atto della ricezione della documentazione la CCIAA rilascerà un F24 per il pagamento dei diritti governativi dovuti. L’utente dovrà effettuare il versamento dell’importo indicato nel modello F24 e il deposito decorrerà dalla data del pagamento. I diritti di segreteria dovuti alla Camera di commercio andranno invece versati al momento del deposito.

Oppure

  • l’invio (postale) della domanda di deposito e relativa documentazione necessaria c/o la sede della DGLC-UIBM, in via Molise 19- Roma, allegando copia F24 del pagamento dei diritti dovuti.

Il deposito TELEMATICO viene effettuato esclusivamente presso il Ministero dello sviluppo economico tramite il sistema on line dell’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (U.I.B.M.). (Decreto Mise 26/01/2015).

La Camera di Commercio di Viterbo riceve le domande cartacee di deposito e registrazione dei seguenti titoli di proprietà industriale:

Dal 18 maggio 2015 il deposito in formato cartaceo delle domande e delle istanze connesse si effettua mediante la nuova modulistica pubblicata dal Ministero.

L’Ufficio Brevetti e Marchi della Camera di Commercio riceve inoltre:

La Camera di Commercio di Viterbo è centro PIP, ovvero un punto di informazione per ricerche specialistiche sui brevetti (Patent Information Point), un programma di cooperazione tra l'Ufficio Europeo Brevetti e l'Ufficio Italiano Brevetti e Marchi per lo sviluppo della rete dei centri di informazione brevettuale realizzata con lo scopo di favorire lo sviluppo imprenditoriale attraverso l’incentivazione dell’attività innovativa.

Presso il PIP è possibile effettuare:

  • ricerche di anteriorità attraverso la consultazione di banche dati nazionali, comunitarie e internazionali per valutare la novità di quanto si intende tutelare e per conoscere lo stato dell’arte nei vari settori tecnologici;
  • il controllo della correttezza formale delle domande predisposte dall’utenza che dovranno essere presentate con l’utilizzo dell’apposita modulistica ministeriale.

Esistono banche dati consultabili liberamente e gratuitamente on-line, per cui chi lo desidera può svolgere in proprio la ricerca.

BREVETTI

MARCHI

DESIGN

 

RIFERIMENTI

Ufficio Marchi e Brevetti

Antonella Gambino
Tel. 0761.234440

Resp. Anna Cecchetti
Tel. 0761.234400
Fax 0761.234460

ufficio.brevetti@vt.camcom.it 

dati aggiornati al 26 Gennaio 2016