LO BELLO: "CON LA RIFORMA CAMERE DI COMMERCIO PIU' EFFICIENTI"

L’intervento alla Camera di Commercio Viterbo del presidente nazionale di Unioncamere nel corso della Giornata dell’Economia e della presentazione del 17° Rapporto sull’Economia della Tuscia Viterbese.


pubblicata il 04/07/2017

Viterbo, 4 luglio 2017 – Riforma del sistema camerale, accorpamento delle Camere Viterbo e Rieti, stato dell’economia provinciale e nuove progettualità. Sono stati questi i temi ricorrenti negli interventi che si sono succeduti oggi nel corso dell’incontro organizzato dalla Camera di Commercio Viterbo in occasione della 15a Giornata dell’Economia.

Ospite d’eccezione Ivanhoe Lo Bello, presidente nazionale di Unioncamere, il quale ha dichiarato: “La riforma delle Camere di commercio, che interessa l’interno sistema camerale, è un’occasione per rendere le nostre istituzioni più snelle ed efficienti. La razionalizzazione, infatti, porterà in tutt’Italia da 105 a 60 Camere, mantenendo tuttavia una presenza comunque capillare sul territorio, mentre le performance delle Camere saranno misurate da un Comitato di valutazione indipendente. Le Camere diventano così l’ultimo miglio per le imprese, in grado di connettere le politiche nazionali e regionali con i sistemi produttivi locali. E attraverso le loro nuove funzioni, che si aggiungono a quelle più tradizionali, costituiscono uno strumento strategico di supporto allo sviluppo delle imprese”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il presidente della Camera di Commercio Viterbo Domenico Merlani il quale ha detto: “Nell’ultima Assemblea nazionale di Unioncamere è stato approvato un piano di accorpamenti in Italia con le 60 nuove camere di commercio, all’interno delle quali è prevista la nuova Camera di Viterbo e Rieti. A oggi manca il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico a concludere l’iter di legge. Se tutto procederà come previsto, e in questa fase il condizionale è d’obbligo, nell’arco del 2018 avremo nel Lazio tre Camere di commercio: Lazio nord, Area metropolitana di Roma, Lazio sud. Un risultato tutt’altro che scontato e voglio ringraziare tutti coloro che hanno apportato il loro determinante contributo, a partire dai massimi esponenti del sistema camerale nazionale e regionale, ai nostri rappresentanti politico-istituzionali, dai membri di Giunta e Consiglio camerale alle associazioni di categoria. Un gioco di squadra che ha portato a conseguire il miglior risultato possibile per l’alto Lazio per tutelare e sostenere le imprese, i professionisti e l’intero territorio, caratterizzato come sappiamo dalla prevalenza di piccole e micro imprese, che in questo modo potranno contare su servizi, progettualità e informazioni più aderenti alla realtà territoriale”.

Nel presentare il 17° Rapporto sull’Economia Francesco Monzillo, segretario generale dell’Ente camerale ha spiegato che “Gli indicatori economici del 2016 ci disegnano una provincia che sta lentamente uscendo dalla crisi, con alcune situazioni ancora di disagio e alcuni segnali invece di miglioramento. Si stanno comunque presentando alcune opportunità di crescita e di riposizionamento in alcuni settori strategici del territorio che stanno contribuendo ad evidenziare un inizio d’anno molto più ottimista con diversi segni più, dall’export, alla crescita delle imprese e del valore aggiunto”.

Su questo aspetto il presidente Merlani ha aggiunto: “Se oggi possiamo dire che alcuni settori stanno recuperando in maniera vigorosa, lo si deve allo spirito imprenditoriale sano e caparbio di alcune figure che nonostante la crisi, non hanno tirato i remi in barca ma hanno saputo trovare la forza per rinnovarsi, innovare, fare formazione e aggredire nuovi mercati con i loro prodotti di eccellenza, senza piangersi addosso ma anzi rimettendo in discussione spesso i vantaggi ottenuti in passato. Questi sono quelli che si possono definire ‘imprenditori coraggiosi’ quelli che oggi stanno trainando con fatica una possibile ripresa che non è più un miraggio ma un dato ufficiale. Mi auguro che ad essi se ne aggiungano altri e noi come Camera di Commercio saremo al loro fianco affinché ciò avvenga”.

“Il filone progettuale finanziato dal diritto annuale – ha illustrato Federica Ghitarrari, vicesegretario generale della Camera di Commercio Viterbo - abbraccia ambiti di intervento particolarmente strategici per il nostro territorio: dalla costituzione del Punto Impresa Digitale con sviluppo orizzontale in tutti i settori, ai servizi di orientamento, placement e alternanza scuola-lavoro alla istituzione di un Punto Turismo e cultura che si basa su una logica di turismo integrato.  L’impresa è sempre più al centro della nuova progettualità e obiettivo dell’Ente camerale è quello di fornire un supporto sempre più concreto ed efficiente allo sviluppo della competitività”.

Infine Merlani ha fatto riferimento alla questione delle infrastrutture: “Per il completamento del tratto della superstrada Orte-Civitavecchia i lavori procedono a ritmi sostenuti e spero che superate rapidamente le incertezze sul tragitto si rendano cantierabili gli ultimi chilometri in modo da dare finalmente alla nostra provincia una connessione stradale veloce con la direttrice costiera. Al tempo stesso bisogna concentrare l’attenzione sulle  reti digitali ad alta velocità su cui possano transitare i dati delle imprese”.

Nel corso dell’incontro sono intervenuti tra gli altri i deputati Giuseppe Fioroni e Alessandro Mazzoli, i consiglieri regionali Riccardo Valentini e Daniele Sabatini, il sindaco di Viterbo Leonardo Michelini

 

 

 

Contattaci

0