LA TUSCIA IN FESTA PER CELEBRARE I SUOI VINI

Fino al 27 agosto in programma oltre 150 appuntamenti nei borghi di Lubriano, Civitella d’Agliano, Tarquinia, Gradoli, Montefiascone, Castiglione in Teverina, Vignanello e Acquapendente.


pubblicata il 28/07/2017

Viterbo, 28 luglio 2017 – Presentata nella Sala del Consiglio della Camera di Commercio Viterbo la 16a edizione delle Feste del Vino della Tuscia, in programma fino al 27 agosto nella provincia di Viterbo.

Ben otto i Comuni coinvolti che anche quest’anno offrono complessivamente oltre 150 appuntamenti tra degustazioni guidate dei vini del territorio, assaggi di prodotti tipici locali negli stand enogastronomici, visite guidate a cantine e vigneti, esibizioni folcloristiche, cene in piazza e nelle taverne, spettacoli musicali, eventi culturali e attività per bambini. 

Dopo l’esordio avvenuto ad Acquapendente con i “Vini del Barbarossa” (dal 14 al 16 luglio), sono al via in questo fine settimana la 15a edizione di “Nelle Terre del Grechetto” a Civitella d’Agliano (28-30 luglio), la “Festa del vino sotto la torre” a Lubriano (28-30 luglio), la 29a edizione di “Aleatico in festa” a Gradoli (28-30 luglio e 4-6 agosto) e la 59a “Fiera del Vino” di Montefiascone (29 luglio-15 agosto). Si passa poi a Castiglione in Teverina con la 34a “Festa del Vino Colli del Tevere” a Castiglione in Teverina (2-6 agosto), e la 48° “Festa del Vino” di Vignanello (10-15 agosto). La manifestazione si conclude con “DiVino Etrusco” a Tarquinia (25-27 agosto).

“Le Feste del Vino della Tuscia – dichiara Domenico Merlani, presidente della Camera di Commercio Viterbo – rappresentano ormai un appuntamento atteso da visitatori e turisti, ma anche dalle popolazioni locali che s’impegnano per esaltare questo momento sia come occasione di festa sia come veicolo promozionale  del territorio e delle sue eccellenze enogastronomiche. In tal senso, anche se non siamo più in grado come in passato di fornire lo stesso supporto economico e pubblicitario, l’Ente camerale continua a essere vicino ai Comuni offrendo i propri servizi e progettualità, come dimostrato non solo per le Feste del vino, castagne e olio ma anche per la costituzione dei GAL-Gruppi di Azione Locale, il progetto dei SUAP e da ultima in ordine di tempo la valorizzazione della Via Francigena”.

Alla conferenza stampa di presentazione sono intervenuti i rappresentanti dei Comuni, Pro loco e organizzatori delle Feste.

Contattaci

0