AUTORIPARATORI: ADEGUAMENTO ALLA SEZIONE MECCATRONICA

Entro il  4 gennaio 2018  le aziende di autoriparazione in possesso di uno solo dei due requisiti (meccanica motorista o elettrauto) dovranno regolarizzare la propria posizione per la specializzazione mancante.


pubblicata il 21/03/2017

La legge 224/2012, entrata in vigore il 5 gennaio 2013, ha introdotto nel mondo dell'autoriparazione la nuova attività denominata "meccatronica", accorpando le precedenti specializzazioni denominate "meccanica - motoristica" ed "elettrauto".

La normativa obbliga le aziende di autoriparazione in possesso di uno solo dei due requisiti (meccanica motorista o elettrauto) a regolarizzare, entro cinque anni dall’entrata in vigore ovvero entro il prossimo 4 gennaio 2018, la propria posizione attraverso la frequenza di un apposito corso abilitante per la specializzazione mancante.

Le imprese che, alla scadenza del periodo transitorio, non avessero proceduto alla regolarizzazione non potranno continuare nell’esercizio delle sole attività di ‘meccanica-motorista’ e ‘elettrauto’.

L’Ufficio del Registro delle imprese e l’Albo delle imprese artigiane provvederanno a cessare d’ufficio l’attività di ‘meccanico-motorista’ e ‘elettrauto’ che, quindi, non potranno più essere svolte.

Unica deroga è stata prevista per le Aziende il cui Responsabile tecnico aveva già compiuto 55 anni alla data dell'entrata in vigore della legge (5 gennaio 2013). Queste aziende possono proseguire nella loro attività anche senza procedere alla regolarizzazione fino al conseguimento dell’età prevista per la pensione di vecchiaia ma i Responsabili tecnici non possono trasferire i requisiti abilitanti all’esercizio della meccatronica ai propri collaboratori.

 

Maggiori informazioni sull'attività di autoriparazione sono disponibili nella pagina dedicata del portale camerale.

Contattaci

0