ARREDO BAGNO: LE AZIENDE DELLA TUSCIA SULL'ONDA DELLA RIPRESA

Il presidente della Camera di Commercio Viterbo in visita al Cersaie di Bologna: “Tra le aziende espositrici si conferma il trend positivo”.


pubblicata il 02/10/2017

Viterbo, 30 settembre 2017 – Calato il sipario sulla 35a edizione del Cersaie, il Salone Internazionale della Ceramica per l’Architettura e dell’Arredobagno in programma a Bologna dal 25 al 29 settembre, dove le imprese della Tuscia anche quest’anno hanno fatto la parte del leone nei padiglioni dell’arredo bagno.È qui che decine di migliaia di visitatori hanno potuto ammirare lavabi, sanitari, vasche e piatti doccia, tutti prodotti di qualità made in Tuscia che con le loro forme originali, soluzioni innovative e design unico continuano a confermare la leadership in Italia.

“Le sensazioni che abbiamo trovato visitando gli stand delle imprese presenti a questa edizione del Cersaie sono state positive – dichiara Domenico Merlani, presidente della Camera di Commercio Viterbo –. Si è registrata una buona affluenza, un clima di ottimismo tra gli operatori e la conferma che i segnali avuti da qualche anno possano dare continuità a quel trend positivo che fa ben sperare per il futuro. In particolare abbiamo colto non solo la presenza di potenziali acquirenti esteri ma anche il ritorno di tanti italiani, un’ottima premessa per quella che speriamo sia una nuova stagione. Va fatto un plauso a questi imprenditori che hanno creduto nella ripresa e, anche attraverso scelte coraggiose, non si sono tirati indietro ma hanno affrontato la crisi a viso aperto”.

“Era dagli inizi del 2000 – commenta Rino Orsolini, titolare dell’omonima azienda e membro della giunta camerale – che non si vedeva una fiera così viva, non solo in termini di presenze dei visitatori: si percepisce tra gli espositori un'aria frizzantina che ci fa ben sperare per prossimi anni. Non è che stiamo uscendo dalla crisi in modo velocissimo ma ci sono i presupposti per il futuro, sperando che la politica faccia il suo dovere”.

Soddisfazione espressa anche da Augusto Ciarrocchi, presidente del Centro Ceramico Civita Castellana: “Certamente la partecipazione a questa manifestazione dipende anche dalle scelte strategiche di ogni azienda, ma è innegabile che la presenza al Cersaie rappresenti un’occasione straordinaria per consolidare le proprie posizioni, ma anche per intercettare alcuni potenziali clienti che altrimenti sarebbe difficilissimo incontrare. Mi riferisco in particolare agli operatori del settore stranieri che utilizzano questo appuntamento anche per scoprire le novità del mercato,  nuove soluzioni e produttori. In tal senso il Cersaie si conferma nel nostro settore una vetrina fondamentale”.

Per la provincia di Viterbo quest’anno erano presenti al Cersaie: Alice Ceramica, ART Ceram, Axa One, Ceramica Ala, Ceramica Tecla, Colacril, Colavene, Esedra, Flaminia, Galassia, Globo Ceramica, Gruppo Tre S, Hidra, Kerasan, Ki & Ko, Meridiana, Opera Sanitari, Simas, Tamanaco.

Contattaci

0