Prodotti tipici: Marchio Tuscia Viterbese

Vivendo in un territorio ricco di storia e cultura, momumenti e tradizioni, di paesaggi e valori ambientali ancora incontaminati è naturale adoperarsi per trasferire questi valori di immediata percezione e godibilità ai prodotti e ai servizi di qualità del proprio territorio.
Il Marchio Collettivo "Tuscia Viterbese" è lo strumento che può consentire questo trasferimento, in quanto capace di racchiudere in un unico simbolo e in un unico slogan l'insieme di questi valori.
L'idea del Marchio Collettivo, generata dalla Camera di Commercio di Viterbo, è stata accolta e condivisa dall'Università della Tuscia, dalla Provincia di Viterbo e da tutte le associazioni di categoria e dagli ordini professionali, in particolare da quelli degli Ingegneri e dei Dottori Agronomi e Forestali.
E' ormai constatazione comune che il marchio, nella sua rappresentazione grafica, si attaglia perfettamente alla nostra storia e cultura tanto da poter diventare simbolo stesso del nostro territorio, cioè della Tuscia Viterbese.

 

Modalità di adesione

L'adesione al marchio Tuscia Viterbese è gratuita. Per ottenere la licenza d'uso del Marchio collettivo Tuscia Viterbese basta attenersi ad alcune semplici regole che permettono alle aziende di essere protagoniste di un'iniziativa unica che offre concrete prospettive di affermazione e di reazione alla difficile situazione economica attuale. Gli impegni dell'Impresa consistono esclusivamente nel rispetto del "Regolamento per l'accesso all'uso e per l'uso del marchio collettivo" e a quanto riportato nelle modalità di adesione sotto indicate. 
Prima di richiedere l'adesione, l'azienda dovrà effettuare le seguenti verifiche:
- se è stato realizzato da parte della struttura della Tuscia Viterbese un disciplinare tecnico di produzione o erogazione di servizi per i propri prodotti e/o servizi (scaricabile dal sito o prelevabile allo Sportello Tuscia Viterbese);
- se le proprie modalità di produzione o erogazione di servizio si attengono a quanto riportato nel disciplinare sopra citato.
- se le verifiche di cui sopra hanno avuto riscontro positivo, l'azienda potrà presentare la richiesta per ottenere la concessione di licenza d'uso del marchio collettivo "TT Tuscia Viterbese", corredata dagli appositi allegati.

La richiesta, con gli allegati (vedi sotto "Documentazione"), viene presentata allo Sportello Tuscia Viterbese, il quale attiva una pratica da sottoporre al Comitato di gestione e di controllo.  Il Comitato, verificata la pratica del richiedente, notifica al richiedente stesso l'esito dell'esame della domanda, che può comportare (art. 7 del Regolamento) una delle seguenti possibilità:
- l'accoglimento con la determina dei tempi di adeguamento al C.I.S.
- il rinvio ad un supplemento di istruttoria per l'acquisizione di elementi di valutazione mancanti o ulteriori
- la reiezione, basata su specifiche motivazioni. 

Una volta accolta la richiesta e stabiliti i tempi di adeguamento, il Comitato si riserverà di effettuare i dovuti controlli, per verificare l'effettivo possesso da parte dell'azienda richiedente dei requisiti necessari per mantenere la licenza d'uso del Marchio collettivo.

Prodotti presenti nel Marchio Tuscia Viterbese

PRODOTTI

 

SERVIZI

 AZIENDE

 

dati aggiornati al 26 Gennaio 2016