Criteri e modalità

Contributi alle Imprese

 

Bando pubblico per la concessione congiunta di contributi alle PMI della provincia in merito alla certificazione dei sistemi di gestione ambientale ISO 14001:04 ed alla Registrazione EMAS – Anno 2014

La CCIAA di Viterbo e la Provincia di Viterbo, hanno sottoscritto un protocollo d’intesa per l’ erogazione di contributi a fondo perduto a favore delle PMI della provincia che hanno ottenuto le certificazioni ambientali ISO 14001:2004 e EMAS, con l’intento di favorirne lo sviluppo economico, sociale e produttivo.

La domanda di contributo può essere presentata indifferentemente:
- alla Camera di Commercio di Viterbo – U.O.S. Credito, incentivi qualità e imprenditoria femminile - via F.lli Rosselli n. 4 - 01100 Viterbo;
- alla Provincia di Viterbo - Assessorato Ambiente ed Energia Via A. Saffi n. 49 - 01100 Viterbo

 

Regolamento per l’erogazione di contributi

Modello di domanda

 

Ulteriori informazioni possono essere richieste ai seguenti indirizzi di posta elettronica: 

statistica@vt.camcom.it   o  a.pozzi@provincia.vt.it  

oppure direttamente ai numeri telefonici:
Sandro Magrino - C.C.I.A.A.  0761 234488
Alessandro Pozzi - Provincia  0761 313360

 

Contributi a Enti e Associazioni

Nell’ambito delle politiche di marketing per lo sviluppo e la promozione del territorio, la Camera di commercio di Viterbo gestisce anche contributi diretti a Comuni, Pro-Loco, Associazioni di categoria dei settori economici nonché Associazioni operanti in altri settori che organizzano eventi ed iniziative volte a promuovere il territorio e le sue specificità produttive con particolare attenzione alle produzioni eno-gastronomiche e artigianali tipici e di qualità.

Tale attività trova la sua ragione fondamentale nella opportunità di agevolare eventi ed iniziative di animazione e valorizzazione del territorio sia sotto il profilo strettamente finanziario che anche, spesso, sotto il profilo della compartecipazione all’organizzazione vera e propria al fine di accrescerne le potenzialità e l’incisività in termini di efficacia dell’azione promozionale.

Coerentemente con il quadro normativo vigente (legge 241/1990 e legge 580/93), la Camera commercio ha adottato un Regolamento (aggiornato con atto del Consiglio del 24/10/2005) che nell’ottica di evitare la polverizzazione delle risorse, ha fissato dei criteri di priorità. In sintesi, vengono preferite le iniziative che:

si inseriscono in programmi di sviluppo, preferibilmente pluriennali, piuttosto che ad iniziative di carattere sporadico ed occasionale;

siano concertate con enti pubblici (in particolare Comuni e Provincia) ovvero con le associazioni di categoria, escludendo le iniziative che  presentino interesse interno all’Associazione o Ente richiedente e che non siano aperte alla generalità dei soggetti sostanzialmente interessati.

Seguendo un criterio di rotazione, sono privilegiate, comunque, le iniziative che, rivolte preferibilmente all’intera estensione del territorio provinciale o a gran parte di esso, abbiano incidenza diretta e duratura sul sistema economico provinciale fornendo, ad esempio, servizi di interesse comune agli operatori e\o che consentano di realizzare sinergie tra settori\comparti diversi dell’economia locale.

In tal modo, infatti, queste possono risultare particolarmente utili alla promozione delle caratteristiche peculiari del territorio provinciale nonché alla divulgazione sul territorio, provinciale ed extra provinciale, del marchio collettivo “Tuscia Viterbese”.

Oltre all’erogazione di contributi economici, la cui entità viene valutata in rapporto anche ad un quadro economico previsionale dell’iniziativa, l’apporto della Camera di commercio può assumere anche la forma della compartecipazione consistente nell’assunzione diretta di fasi dell’organizzazione o di parte degli oneri di realizzazione.

Il contributo camerale non può, comunque, eccedere il limite massimo del 50% della spesa ammessa in base alla rendicontazione definitiva presentata a consuntivo.

Nel caso di iniziative che abbiano prodotto  entrate o che comunque abbiano caratteristiche e finalità di tipo commerciale il limite massimo si riduce al 30% della spesa ammessa.

 

Regolamento

 

RIFERIMENTI

Per i contributi ambientali:
Ufficio Statistica, Serfizi Finanziari e di qualità
Sandro Magrino
Tel. 0761.234488
statistica@vt.camcom.it

 

Per i contributi alle associazioni:
Segreteria Generale
Daniela Camera
Tel. 0761.234457
segreteria.generale@vt.camcom.it Statistica URP Servizi finanziari e di qualitàStatistica URP Servizi finanziari e di qualitàStatistica URP Servizi finanziari e di qualità

dati aggiornati al 29 Gennaio 2016